Anzoeta

Anzoeta ona situ
ca ta ciamo e no ta ma rispondi
situ in gnetu ca ta dromi
o me ghetu sbandinÓ?

E to etare, i to ratrai
in tea casea i go slanfai
ma sta 'l'erta c'aramai
mi te sposer˛!

Vientu nunsiata a l'amor
vien soto l'ulpia descapotÓ:
tu dormirai biondina in braccio a me
per consolare 'sto povero cuor.

Xe qua Jašinto co un gajofo
in tea la secola del paet˛,
xe qua Jašinto co un gajof
in tea botonera de giŔ.

Angioletta dove sei
che ti chiamo e non mi rispondi
sei a letto addormentata
o mi hai abbandonato?

Le tue lettere, i tuoi doni
nel cassetto li ho cacciati
ma fa attenzione che tuttavia
io ti sposer˛!

Vieni, o eletta all'amor
vieni sotto quell'olmo spezzato:
tu dormirai biondina in braccio a me
per consolare sto misero cuor.

C'Ŕ qui Giacinto con un garofano
all'occhiello del palet˛,
c'Ŕ qui Giacinto con un garofano
tra i bottoni del gilŔ.

ASCOLTA IL BRANO